IL TERREMOTO DI CASAMICCIOLA DEL 1883: UNA RICOSTRUZIONE MANCATA


Mercoledì 7 marzo alle ore 17:00 presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano, in Via Monte di Dio 14, Napoli, sarà presentato il libro “Il terremoto di Casamicciola del 1883: una ricostruzione mancata” a cura di Giuseppe Luongo, Stefano Carlino, Elena Cubellis, Ilia Delizia, Raffaello Iannuzzi, Francesco Obrizzo.

Ischia, con i Campi Flegrei ed il Somma-Vesuvio rientra nel sistema dei vulcani attivi della Campania. La conoscenza acquisita sui fenomeni naturali ed in particolare sugli effetti delle loro manifestazioni più intense, dovrebbe spingere a realizzare un’ impegnativa politica di prevenzione dei disastri. Purtroppo le comunità esposte non hanno pienamente maturato questo convincimento. Quindi, in assenza di esperienze dirette, chi vive nelle aree a rischio non pone la giusta attenzione al problema della sicurezza, e nel caso di Casamicciola la popolazione sviluppò una critica sterile alla ricostruzione, accontentandosi di acquisire i vantaggi del breve termine derivanti dalle scelte per l’emergenza, come ad esempio l’assegnazione di alloggi, anziché sostenere la rivendicazione di interventi che avrebbero reso il territorio più sicuro.

Interverranno: Paolo Gasparini (Università di Napoli Federico II), Benedetto Gravagnuolo (Università di Napoli Federico II), Giovanni Macedonio (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Napoli-Osservatorio Vesuviano); modera Franco Mancusi (Giornalista Scientifico). Saranno presenti gli Autori.

Di questo e di altri temi si parlerà mercoledì prossimo 7 marzo, sperando che la comunità ritorni a misurare il territorio pensando in modo globale ai processi che lo modellano, perché si faccia promotrice di quelle azioni necessarie alla riduzione dei rischi.




SONIA TOPAZIO
ufficiostampa@ingv.it 06.51860515
topazio@ingv.it 06.51860543 335.8216561


C.S. del 5 marzo 2007


torna all'indice dei Comunicati Stampa dell'INGV