UN CORSO PER INDIVIDUARE LE ESPLOSIONI ATOMICHE NASCOSTE

Venti studenti e ricercatori provenienti da 10 nazioni parteciperanno ad un corso di formazione per sismologi, denominato “Trainings course in array seismology”. Il corso durerà quattro giorni, dal 30 giugno al 3 luglio 2007 e avrà sede presso il Palazzo Comunale della città di Arezzo, in P.zza della Libertà 1.
La sezione aretina dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) è stata incaricata per l'organizzazione dell’evento scientifico dall’Unione Internazionale di Geodesia e Geofisica (IUGG), l’autorevole organizzazione non governativa che si occupa di scienze della Terra.
Sei gli insegnanti del corso: Tormod Kvaerna (Norvegia), Klaus Stammler, Frank Krueger, Matthias Ohrnberger, Torsten Dahm (Germania) e Thomas Braun, il responsabile dell’Osservatorio di Arezzo, l'organizzatore principale dell'evento.
Il “Trainings course in array seismology” è un appuntamento che precede la Conferenza Mondiale dell’IUGG che si svolge ogni due anni, e che quest’anno avrà la sua sede a Perugia nel mese di luglio.
Il corso tratterà teoria ed applicazioni delle tecniche “array”, assimilabili alle tecniche radar, sviluppate durante il periodo della “guerra fredda“, per l'individuazione delle esplosioni atomiche nascoste con metodi sismologici. Lo scopo del corso è l'estensione di tale tecniche al monitoraggio della sismicità locale e regionale.
A chiusura del corso, che avverrà martedì 3 luglio alle ore 12 nella Sala Rosa del Palazzo comunale di Arezzo partecipanti verranno ricevuti dal Sindaco Giuseppe Fanfani, dal Prof. Enzo Boschi, Presidente INGV e dal Prof. Peter Suhadolc, Segretario della IASPEI (International Association of Seismology e Physics of the Earth Interior), divisione sismologica dell'IUGG.


Per maggiori informazioni:Thomas Braun
Responsabile Osservatorio Sismologico aretino
braun@ingv.it 0575-403171

UFFICIO STAMPA: ufficiostampa@ingv.it 06.51860543-15



C.S. del 28 giugno 2007


torna all'indice dei Comunicati Stampa dell'INGV