15 Agosto 2007 | Terremoto in Peru'

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia comunica che le stazioni della Rete Sismica Nazionale hanno registrato alle 01:40 Italiane (del 16 agosto) un forte evento sismico. L'evento e' stato localizzato lungo le coste peruviane alle coordinate: 13.32 Latitudine Sud , 76.52 Longitudine Ovest . La profondita' e' stata valutata intorno ai 40 Km. La magnitudo dell'evento e' stata calcolata pari a 7.9. Il tempo origine dell'evento risulta 23:40:58 GMT (15 agosto). La localizzazione pone l'evento a circa 45 chilometri di distanza dalla citta' di Chincha Alta e a 150 chilometri a Sud-Est di Lima.

sismicita' dell'area estratta da fonte U.S.G.S.

 

 

Alla scossa principale sono seguite delle forti repliche:
alle 00:02 GMT di magnitudo 5.8;
alle 00:19 GMT di magnitudo 5.9;
alle 01:02 GMT di magnitudo 5.9;
alle 01:35 GMT di magnitudo 5.4.

L'evento ha prodotto nell'immediato anche un allarme Tsunami, rientrato poco dopo. L'area interessata dall'evento e' contraddistinta dall'interazione tra due grandi placche crostali: La placca continentale di Nazca si immerge al di sotto della placca continentale Sud-Americana. L'origine dell'interazione deriva dall'effetto di trascinamento di correnti convettive che si generano nel mantello e che "scorrono" al di sotto della crosta terrestre. Nella zona in questione si manifestano gli effetti dinamici tra i piu' evidenti del pianeta. La zolla di Nazca viene trascinata nella sua collisione e nella sua conseguente immersione al di sotto della zolla Sud-Americana ad una velocita' di circa 80 mm all'anno. In conseguenza di questa imponente manifestazione geodinamica , l'area interessata e' stata colpita sia nel passato che recentemente da molti fortissimi terremoti. In tempi recenti si sono manifestati i seguenti eventi: 23/6/2001 M=8.4 Arequipa, 12/11/1996 M=7.5 Nazca, 21/2/1996 M=7.4 Chimbote, 3/10/1974 M=7.6 Lima. L' evento piu' forte avvenuto in tempi storici risale al 1868 con una magnitudo pari a 9.0. In tale occasione si manifesto' anche un maremoto distruttivo che provoco' la morte di diverse migliaia di persone
.

Il Funzionario di turno

Dr. Alberto Basili


Simulazioni numeriche dello tsunami
a cura di A. Piatanesi, S. Lorito e F. Romano

Altezza massima dell'onda di tsunami sull'Oceano Pacifico prospicente il Sudamerica (7 ore di propagazione)

 

Scarica il filmato in formato .mov

Scarica il filmato in formato .divx

Altezza massima dell'onda di tsunami sull'intero Oceano Pacifico (22 ore di propagazione)



Scarica il filmato in formato .mov

Scarica il filmato in formato .divx

 Questi sono i risultati di simulazioni al calcolatore. Per informazioni sulle altezze delle onde di tsunami realmente registrate si consulti il link seguente:

http://wcatwc.arh.noaa.gov/previous.events/08-15-07-Peru/08.15.07.html


per saperne di piu':

USGS | Earthquake Hazard Program

European-Mediterranean Seismological Centre