Terremoto in Algeria del 21 maggio 2003
Localizzazione epicentrale automatica della
Rete Sismica Nazionale
Il forte terremoto che ha colpito il nord dell’Algeria nella serata del 21 maggio (18:44 UT; 20:44 ora locale) e’ stato localizzato 36.9° - 3.6° ad una profondità superficiale (meno di 15 km) (EMSC and CRAAG the local seismological centre). L’evento ha avuto una durata superiore a 20 secondi ed ha causato più di 2000 vittime. E’ il più forte evento a colpire quest’area dopo il grande terremoto del febbraio 1716.
Il terremoto è localizzato in mare a circa 7 km dalla città di Boumerdes che è stata fortemente danneggiata. Molte città e villaggi ad est di Algeri (Zemmouri, Reghaia, Ain Taya, Dellys, Bordj Menaiel and many others) sono state danneggiate ed hanno riportato numerose vittime. Il terremoto ha causato una tsunami che ha interessato prevalentemente le coste spagnole e le isole Baleari dove sembra siano state danneggiate più di 300 barche. La città di Algeri non ne è stata molto danneggiata ma i marinai raccontano di un impressionante ritiro del mare durato alcuni secondi.
Il meccanismo facale del terremoto calcolato da varie agenzie (INGV, Harvard and ETH Zurich) corrisponde ad un meccanismo di faglia inversa quasi puro con una direzione NE-SW. Questo è in accordo con la tettonica attiva della regione e con la localizzazione di faglie inverse attive lungo la costa. Questo terremoto ha caratteristiche molto simili a quelli di El Asnam (Ms7.3, 10/10/1980) e Tipasa (Ms 6.0, 27/10/1989) ed è chiaramente legato alla convergenza Africa- Eurasia (5 to 6 mm/yr in direzione NNW, Nuvel 1) che caratterizza fortemente la geodinamica del Mediterraneo occidentale.

La gran parte di queste informazioni è stata messa a disposizione da M. Meghraoui dell’IPG di Strasburgo


clic sull'immagine
per ingrandire
Elaborazione dei dati della Rete MedNet
clic sull'immagine
per ingrandire
Meccanismi focali calcolati con dati MedNet
Altre informazioni ed aggiornamenti alle pagine:

pagina INGV-CNT a cura di Fawzi Doumaz
http://www.ingv.it/labtel2/algeria/index.htm

pagine a cura del CRAAG di Algeri
http://www.craag.edu.dz/

pagine de "Italian CTBTO National Data Center" a cura di Damiano Pesaresi
http://www.ingv.it/seismoglo/pesaresi/indexINDC.html

pagine a cura de "Institut de Physique du Globe" di Strasburgo
http://renass.u-strasbg.fr/NewServeur/Special/20030521-algerie/

eventi della sequenza per cui sono state calcolate magnitudo e momenti tensori
http://mednet.ingv.it/events/Welcome.html

mappa dei meccanismi focali ed epicentri di varie agenzie europee (tra cui l'INGV)
http://www.emsc-csem.org/Html/ALGER_210503.html

sito speciale del NEIS
http://neic.usgs.gov/neis/bulletin/neic_ubbj.html

earthquakes on the news by Orfeus
http://orfeus.knmi.nl/earthquake-news.html

clic sull'immagine
per ingrandire

torna all'indice degli terremoti recenti nel mondo | torna all'indice degli eventi sismici recenti
Centro Nazionale Terremoti | INGV -Sezioni di Roma | INGV